+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Genealogia dell’odio – Dialogo luciferino su “Il codice Da Vinci”

lucifer-lucifer-web.jpgDan Brown è stato accusato dalle pretestuose teorie cospirative cattoliche di far parte di un complotto massonico, di aver firmato un patto con il diavolo e di minare alla base il Cristianesimo.

Di tutto questo ne ho discusso col mio amante ideale, Louis Cypher, personaggio che non tiravo fuori dalla mia mente malata dai tempi del mio diario sul G8 (in quell’occasione mi illuminava sulla manipolazione dei media).

Se doveste parlare di complotti diabolici con la finalità di scatenare un’ondata di neognosticismo non chiedereste spiegazioni direttamente a Mefistofele?

Avvertenze.
Testo molto personale e criptico, con riferimenti alla gnosi cristiana che possono sfuggire ai più.

IL GRAAL DEL MALE

Le persone si dividono in due fazioni belliche.
Coloro che seminano odio e coloro che rendono ai primi i frutti dei loro semi malvagi.
Osservo con indifferenza il crocifisso appeso al contrario, mentre sono immerso nelle lenzuola nere e nei miei pensieri altrettanto cupi.
Louis Cypher è in terrazza, lo sguardo rivolto alle plumbee acque dello Stige; è ancora nudo e la sua figura sensuale si staglia contro la Luna, l’astro femminile e materno per eccellenza.
Da qualche giorno è più luminosa.
Sono aumentate le persone che le dedicano preghiere e pensieri.
Louis rientra, si china su di me e mi bacia.
Ho ancora il sapore del suo seme sulle labbra; la mia bocca questa notte lo ha accolto ed è diventata il Graal del male.
Accarezzo la sua barba corvina alla Moritz Bleibtreu. moritz-bleibtreu.jpg

I suoi occhi verdi riflettono ancora la luce lunare e i frammenti di femminino sacro che hanno assorbito.
Gli comunico che ho i biglietti per “La casa del diavolo” di Rob Zombie.
Lo sguardo sulfureo brilla, perché temeva che volessi vedere “Il codice Da Vinci”: non sopporta i film con tematiche religiose, con l’unica eccezione di “The passion” di Mel Gibson, la nostra commedia horror preferita.
Sostiene che corrobora la sua eccitazione prima di sfogarla con me.
Incredibilmente non ha ancora imparato che Lucifero non dovrebbe mai fidarsi di coloro con cui ha stipulato un contratto.

IL TOTEM EROTICO

Appena le luci in sala si spengono le dita della sua mano destra si intrecciano alle mie; lo sento eccitato all’idea di assistere alla storia on the road di una famiglia di cannibali anarchici.
Tuttavia io adoro giocare a freccette col crocifisso.

-Non ti arrabbiare; ma lo sai che non potevo fare a meno di finanziare la causa-
-Mi hai portato nella sala dove…-
-Sì, stasera finalmente vedremo “Il codice Da Vinci”-
-Non è sufficiente che già un membro della famiglia si prodighi per la distruzione del Cristianesimo?-
-Non ti offendere, ma quanto tempo pensi ti occorra ancora? Altri mille anni?-
Lascia la mia mano stizzito; poi si pente.
Intanto inizia lo spettacolo.

Colonna sonora efficace e mai invadente; fotografia crepuscolare, dai toni autunnali che fanno risaltare lo splendido candore di Silas, interpretato dal sempre ambiguo Paul Bettany, la cui crudeltà è pericolosamente sexy fin dai tempi di Gangster N°.1”.swganno1.jpg

Esibizione del suo corpo nudo, sensuale e martoriato.
Il crocifisso come ispiratore di sofferenza, appena illuminato da una spettrale luce giallognola; un piccolo totem erotico per una sessualità masochista.
In quelle scene Bettany riesce ad esprimere tutto il dolore che lacera Silas interiormente, prima che esteriormente.
Cristo è sofferenza, rinuncia, morte di cui l’Opus Dei ha reso Silas l’angelo esecutore.
Nel film la prelatura del Vaticano viene nominata esplicitamente, anche se le colpe vengono smorzate attribuendo gli omicidi alle decisioni del deviato Concilio delle Ombre.
Scelta legale che non cambia la realtà dei fatti: il fanatismo visionario e l’appoggio del suo fondatore al dittatore Franco la condannano senza appello ad essere etichettata come pericolosa scoria millenaristica.

QUEL CHE RESTA DOPO LA DISTRUZIONE

My sweet Cypher ride sarcastico durante la scena del Concilio di Nicea, rappresentato come un mercato dei pesci, disordinato e caotico.
-Il mio piu’ grande successo fu rendere Gesù il figlio di Dio. Divino e non umano. Se esiste un bene soprannaturale allora esiste anche un male ignoto da temere. O da adorare-
-Dan Brown propone la tesi che fosse uomo e persino padre-
-Tesi pericolosa: se tutto si riconduce all’umano, allora neanche io esisto-
-Crollerebbero le fondamenta del Cristianesimo. Non è ciò cui aspiriamo? Non viviamo per assistere all’estinzione dell’ultimo cristiano?-
-Non se le sue rovine non lasciassero spazio per una rifondazione culturale ed etica del mondo occidentale. Non si puo’ insegnare la libertà da un giorno all’altro a chi da 2000 anni deve conquistarsela quotidianamente. Dan Brown ha solo seminato odio e disprezzo-
-E’ ciò che ti rimane dopo che ti hanno distrutto-
-Io insegno il libero arbitrio, che comporta la massima assunzione di responsabilità morale dei propri atti. Non insegno a logorarsi dentro sognando semplicemente una soluzione finale per i cristiani-
-Io invece mi riservo il diritto di sparare in testa a chiunque mi neghi i miei diritti e mi reputi feccia naturale e morale-
-Ti comporti come Gesù: farneticava come un terrorista ante-litteram a proposito della distruzione dei Figli delle Tenebre. Anche tu desideri distruzione-
-Esattamente-
-Ed accetti che questo possa avvenire anche attraverso la diffusione di menzogne come avviene con questo film? Invece che un incendio potrebbe essere un controproducente fuoco di paglia-
-Ti ricordo che il mentitore è uno dei tuoi epiteti storici. E a quali menzogne ti riferisci? All’adorazione dei Templari per le ossa della Maddalena? Al matrimonio di quest’ultima con Gesù? Formalmente l’esistenza di Gesù si avvicina più ad un concetto di fede che non ad una verità storica!-
-Io l’ho conosciuto. Io l’ho sottoposto a tentazioni-
-Ed ha ceduto?-
-(sardonico) Segreto professionale…-
-Non potrei mai avvalermi di te come fonte storica. Sei migliore come amante! Ti rendi conto che le tue tesi sono le stesse del Vaticano? “Il codice Da Vinci è un’opera menzognera che mina le basi del Cristianesimo”-
-Ho molti amici al di là del Tevere, in quel collettivo di gonnelle e merletti-
-Quindi Dan Brown non ha sottoscritto un patto con te e non è neanche la pedina più o meno inconsapevole di un complotto massonico?-
-Credevo fossi meno cieco di fronte alla propaganda cattolica. I miei mezzi non sono grotteschi come un thriller farraginoso. Proclamarsi vittima è una tecnica adottata fin dai tempi dell’antica Roma per giustificare attacchi preventivi su questioni attuali. Queste diatribe mi divertono, ma Dan Brown non è una mia creatura. E’ creatura della chiesa cattolica stessa. E’ l’epigono di una reazione sempre piu’ diffusa al dogma non ufficiale secondo cui la storia del Cristianesimo è proprietà privata ed intoccabile. E soprattutto è una reazione derivata dall’odio. Con l’Illuminismo si giustificò persino la strage di religiosi; da allora tra alti e bassi questo odio ha assunto nuove forme e recrudescenze. E non di tutte sono il diretto responsabile, al massimo l’ispiratore-
-Il libro di Brown non avrebbe avuto tanto successo se non avesse trovato terreno fertile in un mondo occidentale fondalmentalmente agnostico e sfiduciato dall’effettiva mancanza di risposte concrete da parte di una religione che ridotta all’osso chiede solo castrazione sessuale. Spesso con l’esclusione dolosa di chi la predica!-
-Il Cristianesimo così come l’abbiamo creato a Nicea offre una possibilità di salvezza per tutti, non propone solo una regolamentazione ferrea della sessualità. Per questo ha avuto successo; ma è stata solo la prima fase del progetto. Sono io che ora insegno a cercare il paradiso già in Terra; ma serve coraggio per perseguire questo obiettivo. Lasciarsi condurre su sentieri precostituiti e delimitati da paletti mentalmente è più facile-
-Chi ne vive al di fuori è disprezzato, discriminato, ucciso-
-Il libero arbitrio ha un prezzo. E chi lo vive è invidiato-

IL PATTO

-Questo film farà cadere qualche mattone del muro di gomma del Vaticano?-
-E’ un tipico blockbuster, coinvolgente per il grande pubblico, ma il cinema non ha i tempi di un romanzo. Chi non ha letto il libro lo giudicherà confuso, se non incomprensibile. Tuttavia il messaggio principale potrebbe arrivare forte e chiaro, anche se i personaggi e gli attori sono privi di elementi fondamentali: un forte carisma. E l’amore-
-Ritengo sensata la scelta di aver ridotto l’attrazione fra i due protagonisti a gesti dolci, ma sfumati. Sono due persone qualunque, non due supereroi, nonostante la parentela di Sophie. Innamorarsi dopo essersi conosciuti davanti a un cadavere può accadere coerentemente in un film come “Necromantik”. Amori necrofili…-litd.jpg
-Io e te, per esempio, ci siamo incontrati al cinema. Gli unici due spettatori di “Love is the devil”.
Io stavo già uscendo dalla sala, stordito dal film e dalla tua bellezza; durante la pausa avevo studiato i tuoi lineamenti, l’armonia virile della tua espressione. E tu ti sei lasciato narcisisticamente spiare. Ti sei avvicinato alle mie spalle e mi hai sussurrato: “E’ necessario stare sempre attenti a ciò che si desidera: potrebbe avverarsi”. Il tono mellifluo e disinvolto della tua voce mi paralizzò. Avevo incontrato la Gorgone. “Tu sei come me: un cavaliere errante che vaga senza sosta. Il tuo odio mi ha evocato ed ora sono qui per insegnarti la crudeltà della pazienza”. Hai preso le mie mani e le hai incrociate sul mio petto insieme alle tue, stringendo il tuo torace al mio da dietro, e in un orecchio: “Rallenta il tuo cuore. Sono qui per proteggerti, prima di tutto da te stesso. Sono venuto a proporti un patto”-
-Ti seguivo da tempo e non ho scelto a caso quel contesto. La mia ironia è nota-
-Gesu’ non l’ha apprezzata mentre ansimava sulla croce (imito un uomo in agonia)-
-Perché in quel momento comprese che Dio lo aveva abbandonato-
-Ed ora dov’è il suo Dio?-
-(ride) Probabilmente sta fuggendo da Silas! L’ultimo adoratore di Dio è morto sulla sua croce(*). Dio non è morto: non è mai esistito! Io sono solo la creazione dell’odio degli uomini, la sua materializzazione. Insegnero’ loro a gestirlo-
-Se la Chiesa ha ragione sulle potenzialità de “Il codice Da Vinci” ormai è troppo tardi-
-La Chiesa non è crollata dopo 2000 anni di monopolio morale e culturale. Per quale motivo dovrebbe crollare in pochi giorni? Perdurerà altri 2000 anni ed io con essa. Siamo solo all’inizio. Il seme gettato dal film potrà offrirmi spunti interessanti di lavoro, anche se è stato un gesto azzardato-
-Eppure l’immagine di Robert Langdon che prega in ginocchio sulle ossa della Maddalena è commovente, non urlata, silenziosa. Non suona come una dichiarazione di guerra-
-Tu nutri troppa fretta ed ardore in te. Pregare il femminino sacro e la sua unione con Cristo significa predicare un sincretismo ed una liberazione sessuale che potrebbero mettere in crisi gravemente il Cristianesimo. Negare la divinità e riporre la salvezza e la conoscenza dentro di noi è il primo passo verso l’uomo nuovo. E’ un ritorno all’eretica gnosi-

IL BACIO GNOSTICO

-Ne “Il vangelo di Filippo” c’è scritto che Gesù baciava Maddalena sulla…-
Louis si china su di me passandomi il suo logos attraverso le labbra come in un antico bacio gnostico, come Gesu’ fece con la Maddalena.
Il frutto di quel logos, il Santo Graal, forse è già venuto alla luce.
E questo film, questa messinscena, forse non è altro che una pulce nell’orecchio per tutti, la falsa commedia di un parto che è già avvenuto.
La Chiesa non ha compreso che a molti non importa né della divinità di Cristo né della sua vita sessuale.
Ed a molti di questi non interessa nulla del destino del Cristianesimo, perché vivrebbero meglio senza.
Ci hanno raccontato di averci protetto dai Mori, invece ci avviamo verso un futuro di islamizzazione diffusa.
Di averci protetto dal diavolo e dalle streghe, ed invece il paganesimo ha raggiunta l’apoteosi col regime nazista.
Di averci protetto dall’Illuminismo e dal Positivismo, ed ormai l’uomo misura energia e materia oscura ed analizza la luce emanata dall’Universo nei suoi primi istanti di vita, senza dedurne un senso, ma solo dati.
Che Cristo è risorto e sarebbe tornato.
Che il Cristianesimo predica la pace, ma non è trascorso giorno senza che qualcuno uccidesse in nome di Dio e delle sue ondivaghe leggi.
La Chiesa ha fallito in tutto lasciando uno strascico di ipocrisia, discriminazione e morte, facendosi scudo con una religione inventata da un persecutore di cristiani in pensionamento precoce dopo che fu preda di visioni.
Oggi non ci resta che scegliere tra un hippie farneticante e contradditorio che compiva numeri degni di Houdini ed un Gesù profeta, uomo, padre, marito, noioso e becero quanto un piccolo borghese?
E se lo lasciassimo morire davvero per sempre?

LA DISSOLUZIONE DEL DIVINO

“Il codice Da Vinci” non rivela verità, ma impianta nel cervello la più pericolosa delle armi: il dubbio, la possibilità della domanda.
E’ come la mela dell’Eden.
Dio proibì ad Adamo ed Eva di mangiarla, altrimenti sarebbero morti.
In realtà mentiva, perché non morirono, ma acquisirono la conoscenza, la consapevolezza del proprio essere uomo.
Il codice Da Vinci” è come una menzogna blasfema da non ascoltare, altrimenti saremo perduti; eppure tutti accorrono a vederlo, anche per sfida e curiosità.

-E’ così che tutto ha inizio?-

Louis sorride mostrando i suoi candidi denti di porcellana.
Fa scorrere la sua mano sul mio volto, attento a non ferirmi col suo anello a castone con inciso il simbolo del dio gnostico Abraxas.
E prima di baciarmi: -Noi siamo quello che difendiamo. Ed io ho deciso di difendere te. Io sono colui capace di dissolvere lo spavento d’essere un uomo(**)-

* Kafka
**Artaud

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: