+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Altered

altereddvd.jpgQuesto è il classico post da “angolo del film di serie B fanta-horror grazie a cui ammazzare il tempo un venerdì sera in cui hai le forze residue di un’ameba“.

Immagino che nessuno abbia perso il sonno chiedendosi che fine avessero fatto i registi del fortunato (quanto soporifero) “The Blair witch project“.

Per rispondere ai vostri tormentati dubbi, sappiate che entrambi hanno continuato separatamente la carriera di regista.

Il pi talentuoso dei due, Sanchez, si è cimentato con ottimi risultati (nei limiti del genere) con “Altered“.

La storia, volutamente lacunosa per evitare i soliti spiegoni tipici della sci-fi e non incappare in banalità colossali che farebbero crollare gli zebedei a chiunque, è incentrata su un gruppo di quattro amici, a metà tra i bifolchi degli stati del sud degli USA e squattrinati nerd, che, anni dopo essere stati oggetto di attenzioni particolari da parte di disgustosi alieni che si aggirano nei boschi, decidono di vendicarsi.

Come da prevedibile copione, sarà l’incipit di un disastro.

Non voglio rivelare molto della trama, di per sé semplice, ma con alcuni elementi chiarificatori che rendono più interessante la visione e che, se svelati, rovinerebbero totalmente il piacere di scoprirli.

D’altronde i punti forti del film, onestamente palesati in una scena d’apertura che sembra una dichiarazione programmatica, sono altri: riprodurre un film dalle atmosfere carpenteriane (“La cosa“, almeno per affinità tematiche e alcune scene, torna in mente spesso) aggiungendo come combustibile un buon ritmo, una dose di splatter piuttosto copiosa (corpi che mutano, putrefazioni accelerate a causa dell’alterazione dei corpi umani da parte di un’infezione aliena, intestini dipanati per metri in cui vengono impiantati sistemi di comunicazione a forma di artiglio osseo, lacerazioni profonde e liquami vari: il giusto campionario per gli amanti del disgustorama) e, nonostante il low-budget, una regia che cerca di essere curata da un punto di vista visivo ed efficace nella resa finale.

Sono sicuro che l’unica scena degna di nota di TBWP, quella conclusiva che era riuscita non solo a risvegliarmi dal torpore, ma a farmi venire gli incubi, sia responsabilità di Sanchez: il ritmo, la capacità di suggestionare e il prediligere azioni concitate e urlate sono cifra stilistica anche per questo film.

Alcune immagini sono davvero d’impatto, supportate da una fotografia che gioca molto con i chiaroscuri e gli squarci nel buio, e pur essendo molto esplicite nel mostrare gli elementi d’orrore (senza arrivare agli adrenalinici barocchismi di “Planet Terror” di Rodriguez) non perdono mai in tensione emotiva, non risultando quindi del tutto gratuite, anche se sconsigliate ai deboli di stomaco.

Inoltre la sequenza di lotta psichica (con nefandi effetti fisici!) che cita “Scanners“, oltre a essere un felice momento cinefilo, è pure degnamente conclusa da un’improvvisa esplosione cerebrale dello zannuto E.T. di sano gusto snuff.

In quella sequenza sono racchiusi i tre elementi chiave di questo bel passatempo: cinefilia, tensione e splatter.

Se questa santa trinità è quella che ricercate ogni tanto per riconciliarvi col mondo, dopo aver maledetto una più nota santa trinità tutta la settimana, dategli una possibilità e vedrete che Sanchez ha creato un bel giocattolone per le nostre fasi di regressione adolescenziale in cui rimpiangiamo i fanta-horror anni ’80.

Dopo dimenticatelo pure e magari non raccontatelo in giro che l’avete visto.

A questo link una recensione di Elvezio Sciallis, che come me non si vergogna a guardare certa piacevole robaccia.

7 commenti su “Altered

  1. Sergejpinka
    05/12/2007

    Da come l’hai descritto bene, pensavo che fosse uscito in DVD! Invece deve ancora uscire nelle sale!

    Mi dici dove hai preso queste informazioni?

    Sono molto interessato a questo film. 🙂

    A presto! 🙂

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    05/12/2007

    Bene, saremo in tre ad averlo visto!

    Comunque controlla su trovacinema.it.
    Trovi la copertina del dvd in italiano.
    Nelle sale non uscirà MAI!
    Stesso destino de Il mistero del bosco…ahimè!
    Almeno devo dire che per entrambi i film il doppiaggio è piu’ che dignitoso.
    I prodotti direct-to-video spesso sono da denuncia!

    Mi piace

  3. Lenny Nero
    06/12/2007

    Sergej, se hai carta di credito fatti un giro anche su play.com.

    Trovi un sacco film inediti in Italia che costano anche sotto i 10 euro, per esempio Hard Candy, ma anche molti altri.

    Non devi ricorrere a vie traverse e hai il tuo bel dvd originale a poco prezzo, a volte in contemporanea con l’uscita del film nelle sale italiane!

    Certo, sono film in lingua originale, eh…

    Mi piace

  4. alteredo.org
    10/12/2007

    Sono io o non sono io?
    Boh… mistero!

    Mi piace

  5. Lenny Nero
    10/12/2007

    @alteredo:

    un dolore al colon ti perseguita la notte, specie dopo aver letto un’intervista alla senatrice Binetti?

    Potrebbe essere l’impianto alieno che ha riconosciuto un suo simile e ha iniziato ad emettere segnali pizzicandoti l’intestino per organizzare un ameno raduno! 🙂

    Mi piace

  6. Sergejpinka
    11/12/2007

    …non esistono versioni italiane? io non sono molto ferrato con l’inglese… 😦

    Mi piace

  7. Lenny Nero
    11/12/2007

    @Sergej:

    Per male che vada metti i sottotitoli 🙂
    In italiano esiste, ma lo trovi infognato nella sezione horror di qualche supermercatone multimediale tipo FNAC o presso qualche negozietto di aficionados.
    Se ne trovi!
    Io ormai mi accampo su play.com et similia.
    A volte dvd appena usciti costano 9 euro, e ora ci sono offerte per film anche famosissimi a 4 euro…
    Visto quanto costa qui in Italia un dvd…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: