+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Ominoacido ramificato: compresse scadute del 2007

681.jpgAnche quest’anno the sionist zombie from outer space è rinato e io non sono ancora morto, alla faccia sua.

(Comunque, per rovinarvi il colpo di scena, sappiate che a pagina 681 MUORE)

Ricorderanno i miei 15 piccoli Giuda che l’anno scorso ero afflitto da timori atavici: la fondazione di una teocrazia e la diagnosi di qualche malanno che ti disintegra in un secondo, robetta che al confronto il virus Ebola ed una maratona televisiva di “Amici di Maria” ti fanno sembrare gradevole una chemioterapia all’arsenico per via transrettale.

Ma anche la De Filippi è ancora lì.

Gesu’ rinasce ogni anno col segreto scopo di eliminarla, ma viene sconfitto puntualmente entro la Primavera e lei, luciferica, persiste a torturare generazioni di checche che sognano di diventare la Madonna denoantri.

Ognuno ha i suoi sogni.

Quest’anno li avevo persi quasi tutti.

Sognavo che Gesu’ tornasse sulla terra vestito come un misto fra Boy George e Charles Manson per annunciare il Regno della Venuta Multipla, ed invece si è emanato attraverso la grigia figura di Paola “Lady Masoch” Binetti.

Mi delude da 2000 anni, ormai non nutro piu’ speranza, è una causa persa quel ragazzo!

Ho confidato che il centrosinistra si centrasse a sinistra ed invece si è sinistrato sul centro inciampando nella tonaca di Bagnasco e nelle giarrettiere spinate dell’Opus Dei.

La mia banca avrebbe fatto ricredere Shakespeare sugli ebrei del ‘500 e in confronto alla mia direttrice Shylock sembra una dama di San Vincenzo: lei oltre ad una libbra di carne mi vuole scuoiato vivo in piazza.

Il problema è che noi precari non abbiamo neanche i soldi per acquistarci la bara, quindi una volta scuoiato, ed offerto al pubblico ludibrio, finiro’ divorato da Jack e Norman, le due pantegane OGM lunghe un metro che abitano sui miei scalini: i miei cani da guardia.

Sono affettuosi, mi salutano sempre e discutiamo a volte di teologia sperimentale come Papessa Josephine e Padre Georg mentre ricamano a merletto le loro gonne, scambiandosi ogni tanto dei teneri buffetti sulle guance sotto un enorme uomo in mutande crocifisso.

Perversi!

Sui miei scalini è tornato a sostare anche il magnaccia del Burundi alto due metri e mezzo, e con un apocalittico rigonfiamento a livello inguinale, cui devo chiedere il permesso per entrare, dato che potrei disturbare la fila di arrapati che arriva fin in strada per spupazzarsi la poveraccia all’interno 1.

Gli arrapati quando entro mi guardano sempre stupiti perchè anche io non mi metto coda per farmi infettare da tutte le epatiti dalla A alla Z; ogni volta li fisso pure io, risoluto e maschio, e penso: “Sì, avete intuito correttamente, sono gay e ipocondriaco; è inutile che mi guardate con quella faccia da uomo di Neanderthal che ha appena scoperto le gioie della masturbazione”.

Tuttavia dovranno dismettere il loro laboratorio di infettivologia quando proprio di fronte a casa mia apriranno la moschea e io correro’ su e giu’ per le scale cantando “Spiderpork, Spiderpork, con Maometto tu sei fort…“.

Vista la mia fortuna finiro’ pure sui giornali, assurgero’ a martire cristiano e saro’ iscritto sui calendari di Frate Indovino come Santa Guglielmina della Imperiosa Nevrosi Fallica.

Per fortuna hanno reimpatriato le mie vicine di casa ecuadoriane e al sabato mattina, eliminata con mio gaudio ogni fonte di “samba e dintorni”, gli unici rumori che sento sono le mie evoluzioni aerofagiche sulle soavi note dei Dimmu Borgir: per Satana, metal o morte!

E che il mio condominio si risvegli con un po’ di sana musica nord-occidentale.

Il lavoro è diventato quell’attività che occupa due terzi della giornata, ti costringe a svegliarti all’alba, entrare in contatto forzato con l’umanità (e piu’ la conosci, piu’ aumenta la tua stima per i parassiti intestinali) e ti fa scoppiare un aneurisma in testa ogni volta che ti arriva a casa quella sonora presa per il culo che si chiama bustapaga.

Che è comunque sempre un’ottima scusa per invocare invano il nome del nostro bamboccione miliardario preferito, Padoa “Bilderberg” Schioppa.

Eroticamente l’annata è stata come una visione sul futuro: quello del post-pensione (ok, quella non la vedremo mai e moriremo assiderati ai margini della strada mentre cantiamo intorno a un fuoco le canzoni di Irene Grandi per accelerare la morte).

Per carità, ho conosciuto ottime persone, ottimi amanti, nuovi amici, alcuni addirittura splendidi e auguro loro cento anni felici (anche nonostante me!).

Ma il “bodycount” si è attestato a quello delle dita di due mani esposte al fosforo di Falluja e soprattutto: quando ti sei svegliato alle sei del mattino, sei tornato a casa dodici ore piu’ tardi, isterico come Clemente “Mister Master” Mastella dopo che ha letto l’ennesimo gentile commento sul suo blog, sei andato in palestra con lo stesso stato di coscienza di uno zombie a cui hanno fatto l’elettroshock, hai cenato ad un’ora che sembrerebbe tarda persino per il paese piu’ sperduto della Sicilia anni ’30, hai ancora voglia di scopare?

Io no, è la pace dei sensi.

This is the end, my only friend.

Ok, poi c’è stata una “interruzione di servizio con finalità di fidanzamento” di pochi mesi che mi ha definitivamente portato al collasso gli ormoni, ma dopo 8 anni di onorata carriera anche Brad Pitt ti sembra interessante come un arbre magique consumato se non riesce a dirti qualcosa di piu’ profondo di: “E’ uscito il nuovo cd di Paola e Chiara”, “La nuova pubblicità di Docce&Gabinetti è favolosa”, “Fammelo succhiare, voglio essere la tua scrofa”.

I gay sono un po’ così: si rifugiano nella superficialità pensando di trovare riparo dalle loro paure.

Sono simpatici, eh, ma dopo un po’ rimpiangi Alfonso il camionista che ti scopa nell’area di sosta ruttandoti addosso una bella alitata di birra.

Rancida.

Una mia collega direbbe: brutto, ma sincero!

Per il resto l’Italia è diventata ormai una succursale del Vaticano con lo stesso status economico dello Zaire, e ti chiedi: ma sei sicuro di volere morire qui?

Non che sia meglio morire ad Haiti o nella Terra di Mezzo in mezzo a quelle lesbiche delle caverne di Frodo e Sam, ti girano sempre i coglioni, ma forse è un poco piu’ dignitoso!

Insomma, nel complesso un anno che si barcamena tra la candidatura per “miglior anno di merda” o “ci sei caduto fino al collo, ora attento alla grande onda: il prossimo puo’ essere anche peggiore”.

Non so che aspettarmi dal prossimo anno; credo sarà ancora un triste strascico di questo (d’altronde ho Saturno nel mio segno e quindi tutte le finocchie astrologhe mi battono le dita: “e ora goditelo tutto, che in fondo ti piace!“).

C’è tuttavia una dolcissima avversativa che si è proposta negli ultimi mesi, e si consolida, non esattamente come una nube di gas tossico o la luce in fondo al tunnel, ma come una ricompensa speciale della polizia del karma che deve avermi visto un po’ abbacchiato-incazzato e temendo che potessi diventare etero (!!!) ha materializzato nella mia vita una presenza così magica e perfetta per il sottoscritto che mi chiedo ancora che cosa abbia mai fatto per meritarmelo (sicuramente non è un dono del Signore, ma anche Satana è lungimirante coi suoi figli).

E soprattutto che cosa abbia mai fatto lui per meritarsi me!

Non ne voglio parlare molto, per ora, vuoi per scaramanzia, vuoi perchè in fondo le cose preziose le custodisci per te, ma se tutto questo guano ingoiato in un anno troverà una svolta con questo colpo di coda finale, allora questa ginkana che è stato il 2007 potrebbe avere un significato e la migliore delle conclusioni.

E io che ho sempre odiato il lieto fine e adoro i film in cui muoiono tutti.

Intanto questa meravigliosa creatura dovrà convivere col qui presente Principe delle Tenebre per ben 6 giorni 6 nella piu’ maledetta delle città.

Lo so, me lo chiedo anche io perchè, non sa che cosa ha fatto ed è bello così!

E comunque è lui che mi ha suggerito la nuova dicitura per il blog: high tone son of a bitch (è scritto sull’auto dell’assassino del film “La metà oscura“).

Se ha capito che sono un altezzoso figlio di puttana e gli piaccio così, a Gennaio chiedo il divorzio da Lucifero e Jake Gyllenhaal (oddio, magari Jake me lo tengo come amante fisso).

Concludo questo delirio di fine anno augurando ai miei amici di stare da dio e scopare di piu’ (ne avete tutti bisogno, inutile che neghiate!) e ai miei nemici di emigrare sull’anello piu’ lontano di Saturno: sarebbe un bene per la galassia intera, ma soprattutto per me!

Dato che è appena trascorsa la festa del Sol Invictus, ops, il Santissimo Natale, mi pare doveroso festeggiarlo come Satana comanda ricordando la migliore definizione di cristianità che abbia mai letto:

1112707_500.jpg

“Il credere che uno zombie cosmico ebreo, che era il suo stesso padre, possa farti vivere in eterno se simbolicamente mangi la sua carne e telepaticamente gli comunichi che lo accetti come tua guida, così puo’ rimuovere dalla tua anima una forza maligna che è presente nell’umanità a causa di una donna-costola che è stata convinta da un serpente parlante a mangiare il frutto di un albero magico…eh sì, ha perfettamente senso.”

2 commenti su “Ominoacido ramificato: compresse scadute del 2007

  1. Sergejpinka
    27/12/2007

    Con questa notizia voglio strapparti una risata a denti stretti. Poi dimmi cosa ne pensi.

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    27/12/2007

    L’ho subito quotata sul Tumblr! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26/12/2007 da in Flussi di incoscienza.

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: