+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

L’eredità di Gesù

nonposs.jpgDopo tanto tempo  ho acquistato il famigerato libro di Piergiorgio Odifreddi “Perchè non possiamo essere cristiani“.

In attesa di trovare il tempo per leggerlo esauriti i 50 libri che già mi attendono, mi soffermo sulla presentazione:

Come cittadino, afferma che il Cristianesimo ha costituito non la molla del pensiero democratico e scientifico europeo, bensì il freno che ne ha gravemente soffocato lo sviluppo civile e morale, e ritiene che l’anticlericalismo sia oggi più una difesa della laicità dello Stato che un attacco alla religione della Chiesa. Come autore, infine, legge l’Antico e il Nuovo Testamento e le successive elaborazioni dogmatiche della Chiesa per svelarne, con una critica tanto serrata quanto avvincente, non soltanto le incongruenze logiche ma anche le infondatezze storiche, dando alla ragione ciò che è della ragione e facendo emergere dai testi la verità: ovvero, dice Odifreddi, che Mosè, Gesù e il Papa sono nudi .

Intanto sottoscrivo ogni riga.

Quando il papa precedente (neanche lo nomino dato che mi fa orrore per l’ipocrisia che almeno questo, nella sua sfacciataggine virulenta e nazista, non sfoggia: lo considero un nemico piu’ serio e coerente) smosse mari e monti perchè nella costituzione europea si scrivesse che l’Europa ha radici cristiane ci regalo’ (s)bellicose risate.

Tranne ovviamente ai nostri rappresentanti politici clericalizzati.
Il nostro sistema giudiziario deriva direttamente dallo ius dell’impero romano, per non far cenno di tutte le evoluzioni successive che derivarono sempre da istanze “laiche” e dai movimenti filosofici europei.
Il nostro sistema di valori attuale ha, proprio a livello europeo, radici ben fondate e radicatissime nell’illuminismo, prima di tutto, e nella Rivoluzione Francese.
Per non parlare dei principi laici introdotti dal tanto bistrattato Napoleone, il primo imperatore che si preoccupo’ davvero di diffondere istruzione e cultura nella propria nazione, ed i suoi codici sono di fatto travasati pure nella giurisdizione italiana.

Ora, il problema non è che cosa dicesse Gesù.
Ufficialmente predicava come un hippie fanatizzato, ma qui dovremmo dare avvio ad una diatriba su chi fosse davvero e che ho già affrontato in altri post.
Sulla croce ci finivano solo sicarii et latrones e dalle evidenze emerse dai manoscritti del Mar Morto, se davvero fu accolto come una guida nella comunità essenica, è logico dedurre che comunque fosse pronto anche alla rivolta violenta e la sua figura assomiglia di piu’ a quella di uno che fa propaganda partigiana.
Non mi spingo a sostenere che fosse anche lui un violento, che suo padre fosse un noto ribelle all’impero romano e via discorrendo.
Sta di fatto che anche quei risibili frammenti lasciatici dagli storici romani ci fanno intuire che tanto anima pia non fosse.
Ma sta anche di fatto che Gesù è tutt’ora piu’ una figura di fede, che non un personaggio storico e che se è esistito era molto piu’ legato all’ebraismo di quanto non ci raccontino.
Al di là di Gesù, che in ogni caso non suscita le mie simpatie, il problema è quello che ha rappresentato il cristianesimo in Italia ed in Europa nei secoli successivi.
Stragi di pagani, crociate, milioni di morti, la fomentazione dell’antisemitismo, l’inquisizione, la tortura, la Roma del ‘500 invasa da cadaveri impiccati o decapitati, la distruzione sistematica di tutto cio’ che venisse considerato eretico, la creazione di un potere temporale e monetario senza pari, la creazione di un sistema di terrore continuo, la discriminazione delle donne e degli omosessuali (per non citare pedofilia, papi sposati e con figli and so on): questo è stato il cristianesimo in Europa.
Un tentativo violento e continuo di creare un sistema teocratico
(qualcuno ha detto Papa Innocenzo III?), che tutt’ora ritroviamo nelle parole di Josephine (“nessuna legge dell’uomo sovverta l’ordine divino” proclamo’ mesi fa).

Poste queste sintetiche e se vogliamo superficiali premesse (dovrei anche citare gli innumerevoli scandali in cui la chiesa è stata coinvolta), la domanda è: davvero non costituirebbe una vergogna per noi europei affermare, in modo stolto e storicamente falso, che fondiamo la nostra costituzione sul cristianesimo?

Lasciamo perdere Gesù, per fortuna sua e nostra morto e sepolto.
Il problema è la disgustosa eredità che ci ha lasciato.

Per questo ormai non mi definisco piu’ neanche ateo, ma anticristiano.

E poi chi l’ha detto che essere dotati di quel quid aggiuntivo sia salvifico?

Come dice un mio amico, a volte è un po’ come avere un cromosoma in piu’…

E di questi tempi ti rianimano anche se hai il cariotipo di Adolf Hitler.

4 commenti su “L’eredità di Gesù

  1. Niccolò
    15/02/2008

    Guarda, io sono ateo e ho a schifo papi e tutti questi rompiballi neomilitanti scassacazzo. Ma non digerisco Odifreddi, l’UAAR e tutta questa genìa saccentella che chiamo atheist-chic. Io per anni ho praticato in beata solitudine e tranquillità la pratica dell’ateismo, e adesso mi trovi circondato di questi cani sbavanti, ottusi quanto chi credono di criticare, e desiderosi solo di apparire, di salire su un piedistallo di panforte e cantarsela che sono meglio del popolacco chiesarolo che, naturalmente, vota FI. Raderei al suolo sia loro sia quelli di Militia Christi, per intendesci. E anche il loro vate (o water) Odifreddi.

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    15/02/2008

    @Niccolò:

    Capisco in parte il tuo punto di vista, ma è proprio grazie a questi cani sbavanti che si potranno porre dei tappi ad una diga fanatica che ormai è rotta.
    Personalmente non mi ritengo un ateo-chic.
    Non mi piace in fondo definirmi ateo perchè io non manco di nulla e quell’alfa privativa mi infastidisce.
    Ma soprattutto non sono chic.
    Fosse per me riaprirei le catacombe per i cristiani e ce li seppellirei tutti dentro.
    In Vandea non usarono la diplomazia, ma il massacro.
    E non c’era soluzione piu’ adatta.
    Quando la misura è colma è naturale desiderare la distruzione del nemico e i fanatici religiosi sono il nemico di sempre.
    Il problema è che stanno vincendo loro.
    E allora poi rimpiangeremo questi radical-chic che vogliono solo lanciare avvertimenti.
    La religione è il sovvertimento della ragione.
    Qual è il vero pericolo?

    Mi piace

  3. Niccolò
    15/02/2008

    Il fatto e’ che i cani sbavanti sono solo un gruppo di quaraquaquà che si spara una posa. E quindi la loro resistenza è vana, è buona solo per l’ospitata nelle trasmissioni di La7, e per bullarsi con gli amicici. I fanatici religiosi vincono perche’ combattono sul territorio a loro favorevole. E la scelta del territorio e’ gia’ meta’ della guerra… 🙂

    Mi piace

  4. Lenny Nero
    15/02/2008

    @Niccolò:

    I fanatici religiosi vincono perchè hanno i politici e i media dalla loro parte, comprati con uno spoiling system che dura da secoli.
    Alzare la voce e morder loro le caviglie è l’unica via.
    Oltre ad invadere in maniera prepotente il loro campo.
    Il dramma è che loro ormai ti arrivano fin dentro le mutande, fin dentro l’utero e anche oltre…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: