+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

30 giorni di notte: Ritorno a Barrow / Juarez / Muori, Billy, muori

30giorniv03_ritorno.jpgCon l’uscita del film “30 giorni di buio” tratto dalla quasi omonima saga a fumetti, realizzata da Steve Niles e Ben Templesmith, è molto piu’ facile reperire i volumi editi dalla Magic Press.

Il vero disappunto è scoprire che il problema della creazione di sequel asfittici, e che poco spartiscono con il master originale, non affligge solo i film horror, ma persino i fumetti.

Se  da una parte “Ritorno a Barrow” mantiene alcuni legami coi nodi e personaggi fondamentali degli episodi precedenti, di fatto risulta essere solo la messa in scena di un nuovo massacro.

I vampiri ed i loro convertiti sono privati di ogni fascino e ridotti a bestie ignoranti ed assetate di sangue ed il deus ex-machina finale non rappresenta certo un twist da farti saltare sulla sedia.

A salvare l’operazione i volutamente sgraziati e splatterosi disegni di Templesmith che sa creare come sempre momenti  morbosi e di terrore puro alternati ad altri di ammucchiata feroce e selvaggia.

Tutto sommato un capitolo aggiuntivo forzato ed inutile, per una storia che non aveva pu’ niente da raccontare, ma decisamente adrenalinico.

juarez.jpgDeprecabile, invece, “Juarez o Lex Nova e il caso delle 400 messicane morte“, il cui unico punto in comune con “30 giorni di notte” è, di fatto, la presenza dei vampiri ed un esplicito riferimento al diario di Stella Olemaun.

Scritto da Matt Fraction, a tratti la consecutio narrativa è tutto meno che chiara e del sottotesto di miseria sociale e sottoproletaria non puo’ importare di meno al lettore data la prospettiva banale con cui è trattata (i ricchi capitalisti si divertono per noia a massacrare le loro lavoratrici, finchè alcuni vampiri-pagliacci decidono di entrare nel loro business e guastano la festa).

Decisamente carismatico il personaggio del detective-giustiziere Lex Nova, una specie di chupacabra in forma umana, accompagnato nelle vicende da un prete che ha perso la fede e bestemmia pure.

Incredibilmente si scade in una morale da parrocchia battista e a farci godere le pupille sono le strisce del buon Templesmith che dissemina budella umane e volti distorti da famiglie disfunzionali di periferia in quantità luculliane.

cover_30giorni_billy.jpgCio’ che proprio non ho gradito è lo sfruttamento di un marchio di fabbrica, che raggiunge l’apice con “Muori, Billy, muori“.

Se è vero che un poliziotto legge il diario di Eben per documentarsi sui vampiri e lo studioso folle creatore di succhiasangue artificiali conserva il teschio di un mostro, risalente alla rissa scatenata da una conferenza di Stella Olemaun, la trama potrebbe anche reggersi da sola e non ha nulla a che fare col film, come in modo fedifrago recita la scritta sul retrocopertina.

Steve Niles torna alla sceneggiatura (e la differenza si nota, in positivo), mentre ai disegni si fa avanti Kody Chamberlain, piu’ raffinato di Templesmith, per quanto meno psicotico, che conferisce alle sue strisce, cupe, dai tratti pesanti, desaturate ed autunnali, un taglio cinematografico particolarmente ben studiato.

Se c’è un motivo per leggere questo volume è proprio il talento del disegnatore, che per altro indugia in dettagli macabri e necrofili senza remore quando necessario, con un intelligente uso dello shock nella creazione di un climax sempre piu’ orrorifico.

E per favore: finiamola qui.

2 commenti su “30 giorni di notte: Ritorno a Barrow / Juarez / Muori, Billy, muori

  1. Sergejpinka
    26/02/2008

    Scusa l’ignoranza: ma 30 giorni di notte si trova ancora nelle fumetterie? o è in ristampa?

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    26/02/2008

    @Sergej:

    Lo si trova, eccome.
    E’ in ristampa. Puoi anche ordinarlo online sul sito della Magic Press.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: