+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Il dittongo della vita

Accade che alcune vite accidentalmente e rovinosamente finiscano per assomigliare a quella di un Golem.

La scritta Ae-Met sulla fronte gli ha donato il soffio vitale; ma se cancello il dittongo lo restituisco alla non vita.

Basta un semplice gesto, ed una esistenza robotizzata torna ad essere nulla.

Dovremmo tutti poter scegliere se cancellare quelle due semplici lettere quando iniziano a consumarsi sulla nostra fronte e il resistere non coincide più con il vivere.

Una vita da Golem non è vita, checchè qualcuno vi racconti il contrario.

E’ solo un lentissimo sfumare avendo già due piedi, non uno, nel vuoto di partenza.

2 commenti su “Il dittongo della vita

  1. Santo
    20/07/2008

    E’ una riflessione che mi capita di fare. Mi piace anche la metafora del morto vivente comunque. Un’esistenza crepuscolare con unico obiettivo : consumare
    La carne dei vivi nei film di Romero, consumare il niente che ci circonda nel caso degli zombi, numerosi, che trovi in qualsiasi centro commerciale oggi.
    Ha senso? E’ una domanda che prevede una elaborazione lunga come un parto, per la risposta. Ammesso che non sia un aborto.

    PS: Questa action figure in foto me l’ha regalata il mio ex per un compleanno e fa ancora bella mostra di se’ su uno scaffale.

    Saluti

    Santo

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    20/07/2008

    @santo:

    io son piu’ tradizionalista e tra le mie action figures posseggo direttamente quella di Pinhead, anche se le Tortured Souls sono terrific(anti).

    Io come zombie non vedo tanto il sfortunato che vive in una condizione insostenibile (Welby) o chi è caduto in coma e si trova in quella situazione da 16 anni (per altro mi chiedo se qualcuno ha nozione che quando ci si risveglia dal coma si è in uno stato pietoso da cui difficilmente ci si riprende. Anche online girano video in merito e sono un pugno nello stomaco).
    Vedo come zombie questi religiosi o atei devoti che come avvoltoi girano intorno al corpo della vittima da sfruttare solo per fini di potere, mediatici, di dominio sulla morale.
    Potere riassume tutto.
    Accusare di essere un senza cuore il padre di una ragazza in coma che l’ha accudita per 16 anni è degna di mostri fuori della realtà.
    Che compiono un atto persino peggiore.
    Si nutrono sia dei vivi sia dei non-morti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18/07/2008 da in Flussi di incoscienza con tag , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: