+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Shrooms

Un gruppo di giovani e idioti yankees, pieni di complessi e/o steroidi, si reca in gita in Irlanda, ma il vero scopo, sotto la guida di un amico esperto, è quello di provare nuove esperienze sensoriali con alcuni funghi allucinogeni.

Nei boschi destinati al loro campeggio una di loro ingerirà un fungo pericoloso che le donerà la preveggenza, tutti incontreranno la morte uno dopo l’altro e dovranno capire se la fonte sia una sanguinosa storia del luogo o interna al gruppo.

 

Come un film simile abbia potuto godere di pubblicità e circolazione nelle sale, invece che di un’uscita direct-to-video è un insulto, ma è comprensibile: banale, ripetititivo, basato su due idee (anche visive) massimo tre, moderatamente violento, un cast di giovani pulzelle e pulzelli più o meno cool (la protagonista sembra la versione bruttina e bionda della già bruttina Gellar), talmente tedioso che dopo solo mezz’ora si guarda l’orologio.

Non si prova un brivido, se non raramente; il cast è totalmente inadeguato e intrappolato nelle sue pettinature o nei suoi vestiti, una caduta nel comico-grottesco con una pennellata di sesso alla Porkie’s è assolutamente imperdonabile e sto diventanto intollerante verso qualunque film horror che voglia smorzare la paura, invece di spingerla all’estremo.

Definito un “Blair witch project” in acido (e il sottoscritto ha dormito per tre quarti di BWP risvegliandosi in tempo per l’unica parte decente: gli ultimi cinque minuti), in realtà protagonisti in questo film non sono i boschi o il loro mistero, ed è il peggior difetto di un film che avrebbe potuto prendere ben altre direzioni.

Invece si tratta solo di uno slasher mediocre vomitato direttamente dalla fine degli anni ’90, ma non ambientato in villa.

Non sfruttando adeguatamente l’ambiente boschivo (eppure sarebbe stato gioco facile per un regista con talento), metà del film si spreca in inutili zoomate e giochi di montaggio ed effetti dolby per la rappresentazione di visioni letali, di una povertà realizzativa deprimente e videoclippara.

Un interesse residuo permane grazie ad una sottotrama macabra che ha le sue radici nel passato, purtroppo narrata coi soliti flashback frammentati e desaturati, ma di cui sono protagoniste due figure violente e vendicative davvero terribili che sortiscono un certo fascino sia per loro gesta sia durante le loro apparizioni.

Purtroppo, senza voler rivelare il banalissimo colpo di scena finale, sono figure eteree, il regista lo sa e quindi non si preoccupa di sfruttarle a dovere.

Così ogni possibile scaturigine di salti sulla sedia è abortita in partenza, l’interesse crolla e ringrazi l’Altissimo dell’avvenuta strage.

Non aspettatevi niente, altro che aperture delle porte delle percezione grazie alla psylocibina!

Leggete anche la recensione di Elvezio Sciallis.

4 commenti su “Shrooms

  1. amosgitai
    20/10/2008

    Non mi sarei aspettato nulla ed infatti l’ho palesemente evitato!!!

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    20/10/2008

    @amos:

    eh, ma non cercavo il capolavoro, giusto un passatempo.
    Invece è stato l’ennesimo spreca-tempo.
    Noi horrormaniaci siamo vessati da una 90% di produzione di genere inguardabile!

    Mi piace

  3. massed_d
    21/10/2008

    Le tue recensioni mi piacciono parecchio ma a volte scusa scegli propio dei film di mmerda…
    io te li butto li perche’ sai, sarei molto curioso dei tuoi commenti su:

    Hollywood Hong Kong

    Strange circus

    Suicide bus

    Slipstream. Nella mente oscura

    The Contenders serie 7

    Mi piace

  4. Lenny Nero
    21/10/2008

    @massed:

    hai ragione.🙂

    Ma i film horror sono il mio piacere colpevole fin da bambino e purtroppo si incappa spesso in emerite porcate.
    Anche se sotto sotto ci divertono…

    Non conosco i titoli che mi segnali se non di nome.

    Vedrò di metterli in lista e grazie!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/10/2008 da in Cinema, Flussi di incoscienza, recensione con tag , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: