+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Ultimatum alla terra

uatCome esistono i cinepanettoni, esistono anche i pacchi di Natale.

“Ultimatum alla terra” si candida alla nomina di pacco di Natale dei Natali di ogni tempo.

Che il film sia un remake di un omonimo risalente al 1951 e che la celebre frase “Klaatu Barada Nikto” sia stata citata in libri, film e videogiochi ormai lo sappiamo a memoria, le solite nozioni da comunicato stampa riportate dai giornalisti che hanno parlato diffusamente di un film che meriterebbe 7 righe in croce di commento e altrettanti volumi per le scuole di cinematografia intitolati “Il cinema non è una squallida fiction televisiva”, “Gli attori devono essere in grado di muovere i muscoli facciali”, “Come fottere i soldi agli spettatori per pagarsi il mutuo”, “L’ecologia è più noiosa della teologia”, “I dialoghi non sono un accessorio”, “I remake sono partoriti dall’Anticristo”, “Che cosa avrebbe fatto Gesù”.

E’ impossibile recensire seriamente un film così goffamente realizzato che non riesce a fare centro neanche là dove oggigiorno riuscirebbe chiunque persino con budget inferiori a disposizione: gli effetti speciali.

Ho difficoltà a identificare il primum movens di tale summa di tedio (tutto quello che vagamente meritava di essere visto, era già contenuto nel trailer).

Sicuramente un’enorme parte di colpa ricade sulla scelta di un regista inadeguato  (Scott Derrickson, noto per L’esorcismo di Emily Rose) e su uno script che non verrebbe accettato neanche a Mediaset.

Che rifare un film di più di 50 anni fa implichi un adattamento visivo e di contenuti, nessuno di certo lo nega; ma se tutto ciò che differenzia i due film sono 5 minuti totali di scene tipiche e banali da disaster movie, che non riescono mai ad alzare nè la tensione nè un ritmo che è completamente assente (e fortunatamente il film dura solo un’ora e mezza), una sottotrama patetica di drammi familiari e vaghi riferimenti ecologisti, allora l’operazione può essere considerata completamente inutile.

La piattezza visiva e una serie di dialoghi che scadono nel comico involontario a piè sospinto risultano ancora più fastidiosi in quanto manca anche ogni attenzione alle psicologie dei personaggi, o scarsamente approfondite o incomprensibili (se invece di un invecchiato Keaunu Reeves ci fosse stato Jason Statham in pieno fulgore Jennifer Connelly ci avrebbe fatto anche sesso, a priori, come segno di pace intergalattico?), per altro interpretati da attori svogliati quanto non mai, e tra di essi vi sono addirittura grossi calibri quali John Cleese o Kathy Bates, ridotti a poco più di macchiette e circondati da una serie di fugaci comprimari evidentemente presi al volo dalla strada.

Le esigue scene apocalittiche, che in fondo lo spettatore medio si sarebbe aspettato, lasciano l’amaro in bocca, sia per l’effetto dejà vu sia per la scarsa qualità (una realizzazione meno rigida e cartoonesca di Gort in fase di post-produzione non avrebbe guastato e non ci si spiega come la WETA abbia impiegato i soldi, visto il budget da 100 milioni di dollari).

E’ un film dove non accade praticamente nulla, si trascina in modo stanco verso il finale, come una lunga attesa ingiustificata per eventi che non si verificano mai.

Salvo solo la performance della sempre in parte Jennifer Connelly, che compie miracoli pur nel suo ruolo stereotipato di astrobiologa dal cuore infranto, se non fosse che deve interfacciarsi con un Keanu Reeves che sembra la parodia di se stesso e declama ogni volta che apre bocca sentenze ecumeniche (“Se voi vivete, la Terra muore. Se voi morite, la Terra sopravvive” o “Tutti cambiano sull’orlo del baratro”) muovendo solo un vistoso doppio mento.

E’ un film così superficiale ed ingenuo che Robert Wise può dormire sonni tranquilli.

E scordatevi pure il famoso comando in lingua aliena: quello è stato considerato ridicolo e sorpassato, quando proprio per lo stesso motivo il suo inserimento sarebbe stato quanto mai adeguato.

5 commenti su “Ultimatum alla terra

  1. Bianca
    11/01/2009

    Io l’ho trovato molto bello.
    (a-ha-ha)

    Mi piace

  2. salvo
    16/01/2009

    mai visto un pacco simile!!!!!
    keanu reeves e’ vestito come John constantine… Neo … come al solito va….
    TERIBBBILEEEEE!!

    Mi piace

  3. ighi
    30/01/2009

    ma perchè sei andato a vedere questo film??? ma soprattutto: ASTROBIOLOGA???????? il mio personale miglior film di jennifer connely resta quello dove restava chiusa nel supermarket con frank whaley (un nome così) e distraeva i rapinatori cavalcando il cavallino con le monete.

    Mi piace

  4. Lenny Nero
    31/01/2009

    @ighi: giuro. Astrobiologa. Sigh! Mi è tornata in mente la puntata di X-files con gli esseri di silicio. Ma in versione farlocca.

    Mi piace

  5. Massimo Vaj
    24/03/2009

    Critica intelligente che mi ha fatto cancellare un download gratuito, già in atto. Non vedo l’ora che arrivi l’apocalisse per divertirmi un po’ a misurare lo spessore dei valori dell’umanità (si fa per dire). Saluti innocenti… ;*)

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 08/01/2009 da in Cinema, Flussi di incoscienza, recensione con tag , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: