+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

Resident Evil: degeneration / Dead Space: downfall

redDue videogiochi, due analoghe strategie di promozione che possono risultare interessanti anche ai non adepti.

E’ pratica ormai standard inserire nei videogames filmati introduttivi o di intermezzo; in quest’occasione si va oltre creando addirittura due film che si possono acquistare separatamente dal gioco.

Siamo ben lontani dai livelli stratosferici di eccellenza raggiunti dai due CGI-movie ispirati a “Final Fantasy”, ma soprattutto da chi ama l’horror “Degeneration” e “Downfall” potrebbero essere apprezzati.

deadspaceIl primo è un vero e proprio lungometraggio di 90 minuti, interamente realizzato in computer-grafica, la cui trama prende avvio dopo l’incidente di Raccoon City e vede tornare sulla scena Leon, Claire, T e G-virus e un complotto da parte di bioterroristi.

Paradossalmente avrei preferito un prodotto più breve;  diversi dialoghi ambiscono a sviluppare le storie dei protagonisti o a conferire una drammaticità agli eventi di cui non importa a nessuno.

Quello che davvero vogliamo vedere è un bel connubio di azione e mostri, e da questo punto di vista non si rimane delusi: a parte qualche inevitabile rigidità nei movimenti, la realizzazione degli ambienti e la texturizzazione degli oggetti è sorprendentemente realistica e le sequenze di terrore e sparatorie sono ottime sotto ogni punto di vista, fino a raggiungere il divertente caos dello scontro con il Tyrant.

“Dead Space: downfall” è realizzato mescolando CGI e disegno tradizionale, uno stile visivo occidentale che ruba all’oriente in coincidenza dei momenti splatter, con un effetto maggiormente fumettistico, ma anche più impressionante.

La trama, una sorta di saga lovecraftiana ambientata nello spazio, è solo uno spunto per adrenaliniche sequenze di morte, i tassi di gore sono decisamente molto alti, l’atmosfera è adulta e straniante e  la quantità di corpi straziati vi causerà un’overdose in soli 74 minuti.

Suggerimento subliminale:  online li potete acquistare per una manciata di euro; qui in Italia costano anche più del triplo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/08/2009 da in Cinema, Flussi di incoscienza, recensione con tag , , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: