+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

[Letterboxd] Get out

getoutNota: possibili spoiler!

Tecnicamente ineccepibile, dal montaggio al sound design, ma troppo hype rovina (a me) la visione di film che concedono troppo tempo per pensare e finiranno per non sorprendermi ‘cos, well, bro, I saw that shit coming several miles ago, e tanti spieghini e spiegoni che distruggono mistero, atmosfera ansiogena e climax.

E davvero l’incidente all’inizio, da manuale del luogo comune horror?

E no, ma sottolinealo chi sono davvero la domestica e il giardiniere, davvero non c’ero arrivato.

E il video sul metodo?

Ma intrigate la gente, ogni tanto, non siamo tutti idioti.

Comunque godibile il sarcasmo (non è così comedy e ironico) verso la sinistra liberal americana e Jordan Peele dà l’impressione di essere un regista che decide persino quando gli attori devono respirare (è un complimento).

Inconcepibile una versione doppiata.

Tuttavia, al netto dei pregi, non annovero questo film tra i miei preferiti appartenendo a quella tipologia di film didascalici che si prostrano a un pubblico a cui piace essere trattato da analfabeta (posto che non lo sia) e farsi spiegare anche i tra-le-righe oltre alle righe, per sentirsi poi intelligenti.

Questo tipo di approccio mina l’impatto del messaggio, ma qualche rivoluzionario da divano l’ha accolto come un discorso di Malcolm X, perché la misura del capolavorismo non è mai colma.

Lo mina a tal punto che qualche bianco privilegiato accogliente solo nei confronti degli afroamericani addomesticati, come quelli dipinti in Get out, ha proposto a Peele di dirigere la versione live action di Akira, forse per un’assonanza concettuale fra lo scambio encefalico al centro di Get out e quello del paradigma del whitewashing (Ghost in the shell).

Peele, più intelligente del pubblico per cui qualche produttore ha pensato che diriga, ha rifiutato, con tutto il mio plauso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/06/2017 da in Cinema, Letterboxd, recensione con tag , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: