+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

[Letterboxd] The Belko experiment

belkoexperimentGreg McLean elegante, nel suo modo di essere elegante, ma senza la furia grottesca, politica e sadica di un Wolf creek 2.

Il massacro è spesso godibile, è tutto confezionato senza una sbavatura, ma quando si arriva alla fine, in quel finale copiato da Persons unknown, si ha la sensazione di un film fuori tempo massimo e lontano dal campionato in cui hanno già giocato Battle Royale, 13 beloved (l’originale, non fatemi bestemmiare), Severance o persino Cabin in the woods.

È uno di quei film che ciclicamente risorge sotto altre vesti ma per quanto di lusso sono sempre vestiti riciclati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/06/2017 da in Cinema, Letterboxd, recensione con tag , , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: