+LoveIsTheDevil+

Peace is for pussies

[REC]

poster_thumbnail.jpgIn questo ed in uno dei prossimi post di stampo cinematografico scriverò alcuni commenti sui due film che più attendevo con curiosità durante il recente Festival di Sitges 2007. Il primo è [REC] , opera diretta a 4 mani da Jaume Balaguero (Alicia, Dias sin luz, Nameless, Darkness, Fragile) e Paco de Plaza (Second name). Mettendo in atto un’operazione analoga all’imminente “Diary of the dead” di George Romero, il film è interamente girato con telecamera a mano, la telecamera di una troupe televisiva che ha il compito di realizzare un servizio su una normale giornata di lavoro dei vigili del fuoco. Scattato l’allarme, giornalisti e pompieri si precipitano in una comune abitazione per liberare un’anziana barricata in casa. In 10 minuti accadrà l’imprevisto dramma: la donna è coperta di sangue, appare minacciosa ed aggredirà un poliziotto per strappargli a morsi un pezzo di faccia. L’atmosfera a questo punto virerà verso il terrore puro, l’isterismo di gruppo, la confusione più totale, esacerbata dal fatto che i protagonisti verranno intrappolati nel palazzo dalle autorità sanitarie e ogni via di fuga sarà impraticabile. Durante l’assedio da parte di un numero crescente di inquilini che si trasformano in zombie rabbiosi, le riprese continueranno senza sosta fino alla sconvolgente rivelazione finale.

Ciò cui si assiste è abbastanza prevedibile: corse interminabili per le scale, la giusta dose di gore, urla a non finire e spaventi improvvisi (ho fatto almeno due salti alla Fosbury col cuore incastrato in gola), ma quello che conta davvero è l’impeccabile modo di gestire i più semplici meccanismi della paura (in particolare il buio: le immagini a volte sono sfocate o l’oscurità diventa totale o filtrata solo dagli infrarossi, inoltre la visione in prima persona mostra e non mostra gli avvenimenti rendendoli ancora più inquietanti), il sonoro, le luci e i pregevoli incastri dei numerosi piani di sequenza in cui i tempi drammatici sono perfetti.

Il risultato è uno spettacolo di realismo estremo.

Abbandonati i propri vezzi (le immagini subliminali e lunghe carrellate per Balaguero, un certo compiacimento nell’immagine per De Plaza), i due registi sperimentano un linguaggio che non ci si attendeva da loro, forse sulla scia del noto “28 giorni dopo” di Danny Boyle, ma surclassando quest’ultimo in numerose scene. Se l’uso del digitale ci è apparso più volte un mezzo per superare problemi di budget, e non a fini artistici (con l’eccezione del già citato Boyle e di “Inland Empire” di David Lynch), finalmente ne possiamo godere uno sfruttamento davvero deputato al maggior realismo possibile, e non solo al risparmio.

Sono evidenti alcuni ritocchi in postproduzione, in particolare sul sonoro (resi sicuramente necessari dall’assenza di soundtrack), ma [REC] è uno dei più efficaci prodotti artistici volti alla ricerca di una resa documentaristica per una vicenda surreale (senza voler svelare nulla, la trama assumerà i toni di una tragedia a metà tra la possessione demoniaca e gli esperimenti medici; la religione sembra un’ossessione della cinematografia iberica post-franchista). rec_06.jpg

E’ un film con un impatto emotivo enorme, ma son certo che troverà sia una folta schiera di ammiratori sia un nutrito gruppo di detrattori.

E’ snervante, non c’è un attimo di pausa, le urla sono assordanti e la handycam rende un vero travaglio la visione del film, che è l’esatto contrario di una tranquilla e meditativa ora e mezza trascorsa comodamente seduti a farsi iniettare un po’ di terrore in vena.

Non ci sono immagini statiche, la tensione è sempre sopra le righe ed allo spettatore non rimane che continuare la corsa su questa montagna russa senza potersi fermare un solo secondo.

Manuela Velasco ha vinto il premio come migliore attrice, mentre Balaguero e De Plaza quello per la miglior regia.

Inoltre il film ha vinto il premio del pubblico e il premio speciale della critica.

6 commenti su “[REC]

  1. Sergejpinka
    08/12/2007

    Quote: “(ho fatto almeno due salti alla Fosbury col cuore incastrato in gola)”

    …ma va la’! non ci credo!😀

    Di’ la verità: quando hai visto il sangue e le grida hai detto “…maremma come parlano piano! …certo potrebbero alzare l volume del cinema…” LOL :-DDD

    Mi piace

  2. Lenny Nero
    08/12/2007

    Ti assicuro che era da un bel po’ che non saltavo sulla poltrona!
    La trama è proprio esile, ma inquanto a spaventi ne regala di continuo.
    E poi se hai visto il video ti rendi conto di come reagiscano le persone.
    Se lo vedrai, ti sfido a non cadere per terra verso il finale.
    Ho avuto la tachicardia per tutti gli ultimi 10 minuti!

    Insomma, un bel giocattolone.

    Si vede che avevo mangiato male, non è da me, che in genere rido quando vedo gli horror🙂

    Mi piace

  3. FinalmenteTrucidata
    18/12/2007

    Non ho capito che medico sei

    Mi piace

  4. Lenny Nero
    18/12/2007

    E’ importante?🙂
    Io non sono il mio lavoro!🙂
    Comunque mi occupo del nucleo della vita😉

    Mi piace

  5. Sergejpinka
    12/01/2008

    Ecco una notizia che mi fa incazzare. Non capisco per quale arcano motivo gli americani amino le loro porco-blockbuster-porcherie ed odino i film che gli superino in bravura.

    Nikita e The ring tanto per fare due nomi. Bellissimi nelle edizioni originali, rifatti e un po’ (poco, veramente poco) riusciti nelle versioni remake made in USA.

    Forse per la bravura di Benigni stessa sorte non è toccata a “La vita è bella”.

    Ed ecco la schifezza, quote: “La Filmax ha già firmato con la Screen Gems, una divisione della Sony Pictures Entertainment riguardo ai diritti per il remake Americano di REC. Siamo probabilmente di fronte a uno dei remake concepiti più rapidamente nella storia, infatti è in pre produzione ed è prevista l’uscita per il 2009. Il regista sarà John Erick Dowdle e Jaume Balagueró sta già lavorando alla sceneggiatura.2.

    Ma! chisa cosa verrà fuori! :-!?

    Mi piace

  6. Lenny Nero
    13/01/2008

    @Sergej:

    ne parlai già in un altro post.
    Io ormai sono sbigottito, oltretutto REC funziona davvero alla perfezione.
    Siamo oltre la frutta e persino al digestivo…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 08/12/2007 da in Cinema, Flussi di incoscienza, recensione con tag , , , , .

Cookies

Informativa breve

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso al loro utilizzo. Per un maggiore approfondimento: Privacy Policy

My Art Gallery

Follow +LoveIsTheDevil+ on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: